Chi siamo

Spread the love

La bellezza è soggettiva, ma non ne siamo troppo sicuri. Fatto sta che un monumento, un quadro, una scultura, un paesaggio, un evento possono piacere a molti non certo a tutti. Anzi, non devono piacere a tutti.
Per raccontare la bellezza del mondo ci vorrebbero miliardi di giga e non basterebbero. Per le bruttezze molto meno, anche se il loro peso, sulla bilancia, è preponderante.
Vogliamo provare a raccontare, giornalisticamente, ciò che di bello c’è e ciò che può contribuire ad aggiungerne altro. Vogliamo aggiungere i nostri granelli di sabbia sul piatto, certi che prima o poi penderà dalla parte giusta, dovessero servire mille anni.
Con la lente d’ingrandimento avvicineremo tutto quel che ci piace sperando che possa piacere anche a voi che ci leggete. Poi capita che ci indigniamo, quando l’armonia viene guastata. Racconteremo anche questo, ma a piccole dosi, promesso.
Continenti, nazioni, città, eventi, spettacoli, rassegne, persone.
Questo, dunque, non è un magazine per chi ama il gossip o la cronaca grossolana, piuttosto è un muro bianco che proveremo ad “imbrattare” raccontando ciò che è intorno a noi, ciò che accade dal piccolo al grande schermo, dalla letteratura all’arte, dalle persone che hanno qualcosa da dire a biografie su grandi figure del passato e del presente.
Voi provate a seguirci e grazie ai vostri preziosi suggerimenti cercheremo di percorrere questa strada non facile ma colorata e profumata – anche se questo senso dovrete soltanto immaginarlo -.

Il Pane e le Rose è fatto da giornalisti e da alcune “buone penne” che presto si aggiungerenno al team. Siamo una squadra in crescita, altri temi e altre ispirazioni si aggiungeranno al progetto che oggi è solo un bambino, un cucciolo dai passi ancora incerti – probabilmente –  ma dalla curiosità infinita. E’ questa la nostra forza.

Per contattare la redazione potrete usare l’apposito FORM oppure inviare una mail a redazione@prmagazine.it

Il Pane e le Rose è fatto da (in ordine alfabetico)

antonella
Antonella Durazzo: nata cronista, ad un certo punto del percorso s’imbatte in un’altra scrittura, quella che le permette di raccontare di arte, e di cultura in genere. Il contagio è potente, si accorge di non poter fare più a meno di scrivere di ciò che le piace. Come quasi tutte le donne, agli artisti perdona tutto.

maria-elisa

 

Maria Elisa Gualandris: giornalista professionista, i libri sono la mia passione fin da quando ero piccola. Ma amo anche i film, le serie tv e la buona cucina… Insomma: apprezzo il bello della vita!

 

luca_manghera

 

Luca Manghera: giornalista professionista i solito applicato alla cronaca nera e giudiziaria e perciò ben contento di variare e dedicarsi ad una delle sue passioni, il cinema. Un tempo avrebbe sognato di morire con la penna in mano, ma oramai i giornalisti le penne non le usano più. Quando non scrive o va al multisala lo potete trovare nei peggiori bar di Caracas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *