“Innocente”, nuovo libro di Gérard Depardieu

Spread the love

E’ come un fiume in piena, tra rabbia, ricordi e dolore, “Innocente”, il libro di Gérard Depardieu (Edizioni Clichy, 15 euro) uscito oggi.  Attore disinibito, politico, intellettuale, ora Depardieu è anche scrittore. Più che un romanzo, il suo lavoro è una sorta di monologo nel quale affronta tutti i temi a lui cari, si sfoga, si confessa. Parla della sua vita, della morte del figlio, dei suoi amori, ricorda il suo passato e gli amici dei tempi lontani. Affronta anche il tema della religione (per due anni si era convertito all’Islam) e quello della politica. A proposito di politica, Depardieu è stato prima sostenitore del Partito Comunista, per poi ritrovarsi nell’Unione per un Movimento Popolare, il partito dell’ex presidente Sarkozy. Svela anche dettagli circa la sua amicizia con Putin, che gli ha consegnato il passaporto russo, quando per motivi fiscali Depardieu aveva lasciato la Francia. E poi si parla di cibo, alcol, del potere delle grandi case cinematografiche. Depardieu sarà a Roma il 24 settembre per presentare “Innocente” alla libreria Feltrinelli della Galleria Alberto Sordi. (m.e.g.)gerard-depardieu-libro

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *